Sono in arrivo alcune spiacevoli novità per i passeggeri dei voli il cui decollo o atterraggio era previsto presso Roma Ciampino.

Infatti, laeroporto di Ciampino chiuderà i battenti per la durata di due settimane. Si tratta di una chiusura già prevista da tempo, avverrà ad ottobre, in cui cominceranno una serie di lavori programmati che costringeranno lo scalo romano a restare chiuso per 15 giorni.

Si tratta della seconda metà del mese di ottobre, ovvero dal 14 al 29 ottobre. I lavori,come già anticipato, però potrebbero creare alcuni problemi ai passeggeri che hanno già acquistato biglietti per quel periodo. Ryanair infatti sposterà molti voli a Fiumicino e ne cancella altri. Si tratta di una variazione che interesserà circa 200mila passeggeri.
In quelle due settimane, hanno spiegato da Ryanair, “la maggior parte dei voli saranno operativi dall’aeroporto di Fiumicino, per alcuni invece sarà necessaria la cancellazione; abbiamo informato via mail tutti i passeggeri che hanno già acquistato il volo”. Conferma Robin Kiely, capo della comunicazione della compagnia aerea irlandese: “Gran parte dei voli che avevamo programmati dall’aeroporto di Ciampino saranno spostati al Leonardo Da Vinci di Roma, ma per alcuni sarà inevitabile l’annullamento dei collegamenti”.

Alla fine, chi ci va di mezzo sono sempre i passeggeri: in migliaia hanno programmato e scelto di viaggiare in un mese di bassa stagione come ottobre, attraverso voli resi evidentemente disponibili dalle varie compagnie aeree già da molto tempo, consentendo dunque ai viaggiatori di trovare voli a basso costo.
Difficile comprendere con esattezza di chi siano le maggiori responsabilità: bisognerebbe capire con quanta tempestività sia stata data comunicazione dei suddetti lavori da svolgere a Ciampino. D’altronde si tratta di effettuare lavori sulla pista dell’aeroporto ritenuti essenziali: arduo compito, dunque, stabilire un periodo che non intaccasse le compagnie aeree e di conseguenza i tanti passeggeri.